3 Tipi di Traffico

3 tipi di traffio

Uno dei punti più importanti quando parliamo di funnel, ma in generale quando parliamo di business digitale,  è la questione del traffico.

Possiamo classificare il traffico in 3 punti:

– Traffico che controlli
– Traffico che non controlli
– Traffico che possiedi

Una volta che hai capito come lavora ognuno di questi tipi di traffico riuscirai a dirigere la giusta fonte di traffico per ogni offerta.

Abbinare fonti di traffico e determinati tipi di offerta influisce sulla conversione quindi sulla trasformazione del traffico stesso.

Prima di parlare della trasformazione del traffico dobbiamo specificare le caratteristiche di ognuno dei tipi di traffico citati in precedenza.

Traffico che controlli.
Possiamo dire che riesci a controllare il traffico quando hai la capacità di indirizzarlo anche se in questo caso non lo possiedi. Facciamo un esempio,  se facciamo un annuncio su Facebook,  è un annuncio a pagamento chiaramente,  riusciamo a raggiungere un certo tipo di persone e, a seconda dell’efficienza del nostro annuncio, saremo in grado  di inserire queste persone nel nostro funnel. In questo caso noi paghiamo Facebook per il suo traffico di proprietà,  per far sì che una parte di esso possa essere inserito nel nostro funnel.

Possiamo citare altri esempi di traffico che siamo in grado di controllare: 
– banner
– le pubblicità pay per Click
– affiliazioni e collaborazioni

Bello riuscire a controllare del traffico ma ogni volta sono costretto a pagare e a spendere sempre più denaro per averne di più.

Traffico che non controlli.
Questo tipo di traffico rappresenta un flusso di cui non riesci a capire la direzione e che  non riesci a controllare. Puoi provare in qualche modo a influenzarlo ma non riesci mai ad avere un controllo diretto.


Esempio di traffico che non controlliamo: 
– I social media
– YouTube
– Guest posting
– Interviste podcast e il traffico di ricerca

 

Ora è arrivato il momento di parlare del traffico più importante di tutti, il traffico che possiedi.

Questo tipo di traffico ha più valore di tutti, non hai bisogno di acquistarlo da Google, da Facebook o da altre piattaforme.  Questo è un traffico che riesci non solo a controllare ma a direzionare ogni volta che vuoi e non devi pagare nessuno per poterlo fare.
Le persone che compongono tale traffico possono essere da te contattate in qualsiasi momento,  puoi scegliere di dargli valore in qualsiasi momento, puoi proporgli delle vendite quando tu decidi e senza costi aggiuntivi. 

Nella maggior parte dei casi si parla della lista e dell’insieme di contatti che tu hai a disposizione e quindi in qualsiasi momento puoi scegliere di mandare una mail perchè hai con loro un canale preferenziale di conversazione. 

La costruzione della lista è molto importante. 

Sia il traffico che controlli che il traffico che non controlli dovranno essere da te trasformati in traffico che possiedi.

Questo è il motivo per cui molto spesso dalle ads gli utenti vengono indirizzati sulla landing page,  dove possono entrar a far parte della lista.

Questo può essere fatto utilizzando dei magneti e quindi dando del valore in cambio del loro contatto. Il magnete può essere l’accesso ad alcune risorse non pubbliche anche uno sconto o un coupon. Qualsiasi cosa possa rappresentare del valore per l’utente,  può essere utilizzato come merce di scambio contatto.

 

Più siamo bravi a trasformare il traffico che  controlliamo e che non controlliamo in traffico di proprietà,  più riusciremo ad avere profitto dalle nostre future iniziative di vendita perché a quel punto, avremo una base di traffico per cui non dovremo pagare nessuno. Così facendo , trasformeremo una componente di costo variabile in un asset di proprietà.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *